Get Adobe Flash player

Patologie Infiammatorie Autoimmuni

MALATTIA INFIAMMATORIA AUTOIMMUNE
ARTRITE REUMATOIDE
OSTEO-ARTRITE

L’Adenosina è una molecola endogena fondamentale che regola le funzioni dei tessuti attivando quattro recettori G-proteina-accoppiati: A1, A2A, A2B e A3.   Le cellule del sistema immunitario esprimono questi recettori che sono reattivi agli effetti modulatori dell’adenosina in una situazione  infiammatoria. Il ruolo centrale dell’Adenosina nel controllo del sistema immunitario ed infiammatorio ha generato eccitazione circa l’uso potenziale di terapie basate sul sistema Adenosina-Recettore  nel trattamento di Infezioni, Autoimmunità, Ischemia cerebrale/cardiacaMalattie Degenerative e Cancro.(1-4-6-7)

L’ Adenosina è un potente regolatore endogeno, fisiologico e farmacologico di  molte funzioni ed ha il ruolo di mediare  gli  effetti  anti-infiammatori del  metotrexate nel trattamento dell’artrite reumatoide e di altre malattie infiammatorie. (2)

I recettori adenosinici sono presenti sulla maggior parte delle cellule e organi.    Benchè  gli effetti fisiologici dell’adenosina siano stati descritti oltre 60 anni fa, i suoi potenziali usi terapeutici sono stati riconosciuti e realizzati solo di recente.  L’Adenosina inibisce la fagocitosi  (patologica)  la  generazione  di metaboliti  tossici dell’ossigeno  (ROS) e  l’adesione endoteliale.
Il  metotrexate
  diminuisce  l’infiammazione  aumentando  il  rilascio dell’Adenosina nei siti d’infiammazione. (3)

L’Adenosina possiede potenti proprietà anti-infiammatorie in parte mediate dal recettore A3 adenosinico che svolge, inoltre, un ruolo nella migrazione dei neutrofili potenziando le risposte immunitarie innate..(5)

L’AMPc (adenosina-mono-fosfato ciclico ) promuove la risposta anti-infiammatoria in pazienti con Artrite Reumatoide (RA) ed  Osteo Artrite (OA).(8)

L’Adenosina,  agendo sui recettori A2A , inibisce la differenziazione degli osteoclasti (OC) in vivo e regola il turnover osseo suggerendo un meccanismo attraverso il quale l’Adenosina  possa bersagliare  ed  inibire  la  distruzione  ossea   nelle  malattie infiammatorie come l’Artrite Reumatoide..(9)

L’Adenosina, tramite la stimolazione del recettore A2A,  promuove la produzione di collagene da parte dei fibroblasti umani attraverso vie che coinvolgono l’AMP ciclico e AKT. (10)

Il potente effetto Anti Infiammatorio dell’Adenosina è espresso attraverso la stimolazione del recettore A3 adenosinico :  quindi, bersagliare questo recettore è un nuovo concetto per combattere l’infiammazione e sviluppare  un efficace trattamento per  l’Artrite  Reumatoide ed  una potente attività  di  inibizione  verso  le  malattie infiammatorie autoimmuni. (11-12-13)

La miscela di Nucleotidi (PDRN)  può rappresentare una nuova alternativa per il trattamento
dell’ Artrite
. (14)

Le cellule dendritiche plasmacitoidi (PDC) sono potenti regolatori della funzione immunitaria e la principale fonte di interferone di tipo I (IFN), dopo l’infezione virale. I PDC  sono presenti nei siti di infiammazione, nelle reazioni allergiche, nelle malattie autoimmuni e nel cancro.
L’Adenosina svolge un duplice ruolo nell’immunità PDC-mediata reclutando inizialmente PDC immaturi nei siti di infiammazione e, quindi, limitando la portata della risposta infiammatoria indotta da PDC maturi, inibendo la loro capacità di produrre citochine. (15)

1)   Nat Rev Drug Discov. 2008 Sep;7(9):759-70. Adenosine receptors: therapeutic aspects for inflammatory and immune  diseases.
2)   Front Immunol. 2013 Apr 8;4:85. Regulation of inflammation by adenosine.
3)   J Appl Physiol.1994 Jan;76(1):5-13.Adenosine, an endogenous anti-inflammatory agent.
4)   Pharmacol Ther. 2006 Nov;112(2):358-404. Epub 2006 Jun 19.
5)   Eur J Immunol. 2012 Dec;42(12):3358-68. Impairment of adenosine A3 receptor activity disrupts neutrophil migratory  capacity and impacts innate immune
function  in vivo.
6)   Handb Exp Pharmacol. 2009;(193):215-69. Adenosine receptors and inflammation.
7)   Curr Top Med Chem. 2003;3(4):463-9. Pharmacology and therapeutic applications of A3 receptor subtype.
8)   Rheumatol Int. 2008 Dec;29(2):167-71.  Cyclic adenosine 5′-monophosphate in synovial fluid of rheumatoid arthritis and osteoarthritis patients.
9)   Br J Pharmacol. 2013 Jul;169(6):1372-88.  Activation of adenosine A2A receptor reduces osteoclast formation via
PKA- and ERK1/2-mediated suppression of NFκB   nuclear translocation.
10) FASEB J. 2013 Nov 8. [Epub ahead of print] Adenosine 2A receptor promotes collagen production by human fibroblasts via pathways involving cyclic AMP and
AKT but independent of Smad2/3.
11) Biochem Pharmacol. 2008 Aug 15;76(4):482-94. Epub 2008 Jun 17.The A3 adenosine receptor agonist CF502 inhibits the PI3K, PKB/Akt and NF-kappaB
signaling pathway in synoviocytes   from rheumatoid arthritis patients and in  adjuvant-induced arthritis rats.
12) Expert Opin Investig Drugs. 2007 Oct;16(10):1601-13. The anti-inflammatory effect of A3 adenosine receptor agonists: a   novel targeted therapy for rheumatoid
arthritis.
13) Arthritis Res Ther. 2006;8(1):R33. Epub 2006 Jan 13. The PI3K-NF-kappaB signal transduction pathway is involved in   mediating the anti-inflammatory  effect
of IB-MECA in adjuvant-induced arthritis.
14) Arthritis Rheum. 2011 Nov;63(11):3364-71. Polydeoxyribonucleotide reduces cytokine production and the severity of collagen-induced arthritis by stimulation of
adenosine A(₂A) receptor
15) Blood. 2004 Feb 15;103(4):1391-7. Epub 2003 Oct 9. Role of adenosine receptors in regulating chemotaxis and cytokine production of plasmacytoid dendritic cells


Utilizzo di MEDEXIR

ARTRITE REUMATOIDE

Il cortisone, il metotrexate e la sulfasalazina sviluppano la loro attività antiinfiammatoria perchè stimolano la secrezione/produzione/rilascio di Adenosina ( mediatore fisiologico ) nel luogo stesso d’ infiammazione.

Il presupposto primo per l’assunzione di Medexir è di fornire i mediatori fisiologici su cui possano agire più efficacemente, prontamente e a minor dosaggio i farmaci usualmente utilizzati in queste patologie per ridurne effetti indesiderati e/o collaterali.

Tutti i pazienti trattati con Medexir ad una/due cpr al giorno hanno ridotto drasticamente
il dosaggio dei comuni farmaci utilizzati.
Il mantenimento è ad una cpr/die.

Molti pazienti mantengono sotto controllo la patologia con una cpr al giorno di Medexir.

SCLERODERMA
S.T.R.
(STUDIO  TERRITORIALE  su  SCLERODERMIA  e  morbo  di  RAYNAUD)
(TERRITORIAL  STUDY on  SCLERODERMA and  Raynaud disease)
Lo studio, in atto,  si prefigge lo scopo di ottenere una drastica riduzione e/o  remissione  della patologia  in atto e conclamata,  in pazienti con storia clinica di oltre cinque anni,  nel periodo  invernale di massima esacerbazione  e  già  in  terapia  standardizzata  di  sostegno.
Viene aggiunto MEDEXIR  alla terapia già in atto ai seguenti dosaggi :
– due  cprs.  al mattino per i primi 15 giorni.
– una  cpr. al  mattino  per  il  rimanente  periodo  della  terapia,  fino  alla  corretta  sospensione.
Lo studio prevede un trattamento di tre mesi.
Il controllo diagnostico viene effettuato tramite Capillaroscopio :
– Step 1 :  Capillaroscopia iniziale e start della somministrazione di MEDEXIR
– Step 2 :  Capillaroscopia ad un mese e proseguo terapia
– Step 3 :  Capillaroscopia a due mesi e proseguo terapia
– Step 4 :  Capillaroscopia a tre mesi  e sospensione della  terapia.
Qualora la diagnostica riveli,  ad uno step intermedio,  un miglioramento clinico  indubbio,  verrà  eticamente  sospesa  la  somministrazione  di MEDEXIR ,  in  quanto  ottenuto  anticipatamente  il  goal  dello  studio.
Durante  i  vari  steps,  dovrà  essere  anche  effettuata  una  valutazione oggettiva  e  soggettiva  dello  stato  del  paziente.
Non vi è alcuna esclusione per patologia concomitante né per età, sesso, altro.
Il numero dei pazienti selezionati è a discrezione del Responsabile Medico del Centro Ospedaliero che esegue lo studio. Il prodotto viene offerto gratuitamente.
I primi risultati ottenuti confermano la validità del trattamento con Medexir sia per riscontro clinico che per compliance del paziente.

CONNETTIVITE

Osservazioni riportate dai medici curanti su pazienti trattati con Medexir, esprimono riscontri positivi su tutti i pazienti già nei primi tempi di trattamento al normale dosaggio di una cpr al giorno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *